Medie mobili nel trading: come funzionano

By on 15 Ottobre 2015 in Trading with 0 Comments

medie-mobili-doppie-segnale-rialzista
Per la facilità di costruzione dell’indicatore e per la grande semplicità di utilizzo le medie mobili sono da sempre uno degli strumenti di analisi tecnica più apprezzati ed utilizzati dai traders di tutti i livelli. Sia gli esperti sia i principianti possono infatti trarre enormi giovamenti dall’utilizzo delle medie mobili nel trading online. Qui vogliamo spiegarti come funzionano le medie mobili e come puoi utilizzarle per rendere efficace e lucrativa la tua attività di trading perchè con le medie mobili puoi subito avere una idea chiara dell’attuale tendenza del mercato, ma anche perchè, sotto il profilo operativo puoi ottenere numerosi segnali di ingresso in posizioni vantaggiose sul mercato.

Medie mobili nel trading: semplici e professionali

Un primo importantissimo utilizzo che viene fatto delle medie mobili è quello di eliminare il cosiddetto “rumore di mercato”, ciò significa che con le medie mobili puoi subito andare ad ottenere una visione chiara del mercato, libera dai trend e dalle oscillazioni di breve corso che vanno in parte ad offuscare ciò che serve sapere veramente, ovvero l’andamento di fondo dello strumento sottostante che stai analizzando.

Definizione di media mobile: una media mobile viene chiamata in questo modo perchè rappresenta effettivamente una media dell’andamento del presso basata su una determinata quantità di dati dei prezzi, una quantità che dipende dall’arco temporale preso in considerazione. La media è detta mobile perchè viene aggiornata di continuo con i dati sempre freschi e più vicini in senso temporale.

Calcolare la classica media mobile a “20 periodi” risulta quindi essere una operazione estremamente semplice da effettuare come segue: una media mobile a 20 periodi significa che viene calcolata su un arco temporale di 20 giorni. L’analista deve prendere i prezzi di chiusura del sottostante in ognuna delle 20 sessioni prese in esame, fare la somma e poi dividere per 20, in questo modo si ottiene il valore medio delle ultime 20 sedute di contrattazione e ciascun dato peserà 1/20 della serie. Per tenere la media mobile sempre aggiornata basta togliere il prezzo di chiusura del primo giorno ed aggiungere quello dell’ultima sessione.

Una media mobile a 20 periodi si può considerare veloce perchè sarà sempre molto vivace rispetto alle oscillazioni del prezzo, mentre medie mobili che prendono in considerazione periodi di tempo molto più lunghi sono dette “lente” perchè reagiscono veramente poco rispetto ai movimenti del prezzo come vengono osservati sul grafico. L’immediatezza dell’osservazione della media mobile ed i segnali operativi che si possono cogliere con grande tempestività hanno reso le medie mobili uno strumento molto apprezzato dai traders per il semplice fatto di rendere chiare, laddove si presentano, eccellenti occasioni di entrata a mercato.

Altra buona notizia di non secondaria importanza per i principianti che non vogliono perdere temopo a fare i calcoli per utilizzare la media mobile sui grafici è che la maggior parte delle piattaforme di trading è in grado di calcolare in maniera assolutamente automatica le medie mobili dei prezzi ed è possibile aggiungerne anche più di una con colori differenti a seconda delle esigenze, tutto quello che bisogna fare è cambiare il numero dei periodi da prendere in considerazione per il calcolo.

Medie mobili nel trading per investire con profitto

Utilizzare le medie mobili nel trading significa operare scelte razionali nella lettura delle diverse situazioni di mercato. Nel trading online la maggior parte delle volte si fanno operazioni sulle tendenze, ciò significa che bisogna attendere che il sottostante inizia muoversi in una direzione ben precisa prima di scegliere di fare il proprio ingresso al mercato, solo la direzionalità infatti può garantire il successo nel trading a prescindere da quello che sia lo strumento finanziario adottato. In linea di massima puoi determinare di trovarti davanti ad un trend rialzista ogni qual volta la rappresentazione del prezzo sul grafico si trova al di sopra della media mobile, viceversa quando il prezzo si trova al di sotto della media mobile il trend sarà con ogni probabilità ribassista.

Vediamo quindi i segnali operativi della media mobile per come possono essere letti e sfruttati:

  • Segnale di mercato rialzista: Immagina di essere nella situazione in cui il prezzo si trova al di sotto dell’andamento della media mobile (a prescindere dall’arco temporale prescelto), se il prezzo inizia a muoversi verso l’alto fino a tagliare la sua media mobile superandola con determinazione, si ottiene un segnale rialzista di entrata a mercato. Il mercato infatti per un certo periodo di tempo dovrebbe ora muoversi in direzione “bullish” ovvero si tratta di un mercato toro (rialzista).

 medie-mobili-segnale-rialzista

  • Segnale di mercato ribassista: immagina ora di essere nella situazione opposta, ovvero quando il prezzo si trova al di sopra dell’andamento della sua media mobile. Se il prezzo dovesse iniziare ad invertire tendenza muovendosi verso il basso fino a tagliare nettamente la sua media mobile proseguendo poi la sua direzione calante si è ottenuto un chiarissimo segnale ribassista che può essere sfruttato perchè i venditori ora dovrebbero avere acquisito grande forza sul mercato facendolo diventare bearish, ovvero un mercato orso (ribassista).

medie-mobili-segnale-ribassista

Nota bene: le medie mobili possono fornire segnali di trading di grande affidabilità, ma bisogna tenere in considerazione alcuni aspetti fondamentali che ne migliorino di grand lunga l’efficacia. Innanzitutto bisogna assicurarsi che il mercato sia effettivamente in trend per scegliere di aprire una posizione. Per farlo puoi utilizzare le classiche trend line o comunque fare caso alla successione dei massimi e dei minimi del prezzo.

Le medie mobili non vanno assolutamente utilizzate quando il mercato si trova in fase laterale perchè in quel caso genererebbero diversi falsi segnali, tali da mandare a monte i propri investimenti. Inoltre per aumentare l’efficacia della media mobile bisogna cercare di agire su time frame del grafico elevati, a partire ad esempio da H1 per avere una visione chiara e quindi utilizzare medie mobili calcolate su numerosi periodi, quindi piuttosto lente. Infine per ottimizzare ancora di più la propria operatività con le medie mobili bisogna fare in modo di confermare i segnali che esse ti inviano grazie ad altri indicatori come il famoso RSI che è un oscillatore che può essere utilizzato in maniera molto, ma molto efficace insieme alla media mobile.

Una media mobile molto affidabile per esempio è quella a 200 periodi in grado di non generare praticamente falsi segnali, l’unico problema è rappresentato dal fatto che i segnali operativi di questa media mobile vengono generati con ritardo rispetto alla effettiva formazione di una nuova tendenza di conseguenza si corre il rischio di non sfruttare appieno la tendenza per guadagnare sin dal momento della sua formazione. D’altro canto con medie mobili più veloci il problema è l’opposto si ottengono segnali molto più tempestivi ma allo stesso tempo si moltiplicano i falsi segnali, la cosa migliore quindi è trovare una via di mezzo ed coadiuvare le medie mobili con altri strumenti per ovviare a queste piccole problematiche, fermo restando che con le opzioni binarie dove le scadenze sono sempre piuttosto brevi per lucrare, queste problematiche hanno molto meno impatto.

Le medie mobili doppie nel trading

Un altro metodo molto efficace per ovviare al problema relativo ai falsi segnali ed alle entrate premature o ritardatarie sui mercati è quello di utilizzare la media mobile doppia per investire. Si tratta di un sistema di trading basato sempre sulla semplice media mobile, ma invece di usarne una se ne usano due calcolate in maniera differente. In pratica si deve applicare usl grafico una media mobile detta “veloce” ed una media mobile detta “lenta”. La media mobile veloce deve essere calcolata sulla base di 50 periodi in modo tale che risponda vivacemente ai movimenti di prezzo così come abbiamo spiegato in precedenza. La media mobile lenta invece deve essere calcolata sempre sulla base di 200 periodi. Questo set up riesce ad individuare la giusta via di mezzo tra un sistema di investimento e l’altro, ma poi molto dipende dalle preferenze e dalle esigenze del singolo trader.

Per investire con la media mobile doppia bisogna differenziare le due medie mobili sul grafico tramite il colore per riuscire a distinguere sempre alla perfezione quella veloce da quella lenta, in questo modo si leggono con facilità degli ottimi segnali di entrata a mercato, vediamo come individuare i segnali tramite la media mobile doppia tenendo presente che non bisogna più osservare l’andamento del prezzo ma solo quello delle due medie mobili:

Segnale di entrata rialzista: si ottiene un segnale di entrata rialzista quando la media mobile veloce buca la media mobile lenta dal basso verso l’alto.

medie-mobili-doppie-segnale-rialzista

Segnale di entrata ribassista: si ottiene un segnale ribassista quando la media mobile veloce buca quella lenta dall’alto verso il basso.

medie-mobili-doppie-segnale-ribassista

Conclusioni sulle medie mobili

Se sei un principiante e stai cercando un metodo di guadagno che sia allo stesso tempo semplice ma efficace non devi fare altro che affidarti alle medie mobili. Difficilmente puoi trovare in giro uno strumento di analisi del mercato più semplice e diretto da osservare, per di più in grado di offrirti segnali di investimento molto chiari da leggere. La media mobile è il cavallo di battaglia di molti traders anche tra i più esperti, non sempre infatti nel campo del trading è ciò che è difficile ad avere maggiore valore. Inizia quindi subito ad investire e prova le medie mobili, fare pratica da subito sarà il tuo passaporto verso il successo nel campo del trading online.

Ora non ti resta che partire iniziando a fare trading utilizzando un broker. Vuoi un consiglio ? Inizia da Plus500, in assoluto il migliore in Italia per fare trading online, clicca qui per registrarti ed aprire il tuo conto gratuito

CFDs sono strumenti finanziari complessi. L’80.6% dei trader retail perde denaro. Informati sui rischi prima di fare trading.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Real Time Web Analytics

Clicky