Terna, piano industriale al 2022: investimenti e dividendo in crescita

By on 22 marzo 2018 in Mercati, Terna (TRN) with 0 Comments


È stato presentato il nuovo piano industriale di Terna 2018-2022. Previsti investimenti in aumento del 30 per cento e una nuova politica sui dividendi con un incremento annuo del 5 per cento.

Terna piano industriale 2018-2022

Il consiglio di amministrazione di Terna ha approvato il piano industriale 2018-2022. Stimati investimenti in aumento di oltre il 30 per cento a 5,3 miliardi di euro.

Nel dettaglio, Terna prevede investimenti da destinare alla rete elettrica in Italia nei prossimi 5 anni per 5,3 miliardi di euro, più del 30 per cento dei 4 miliardi contenuti nel precedente piano industriale. Di questi, circa 2,8 miliardi di euro saranno adoperati per sviluppare la rete elettrica nazionale, 700 milioni destinati alla realizzazione di dispositivi per migliorare la sicurezza del sistema e lo sviluppo della rete in fibra ottica. I rimanenti 1,8 miliardi verranno utilizzati per il miglioramento della qualità del servizio, inclusa la rete elettrica acquisita da Fsi.

I vertici del gruppo hanno inoltre deciso una nuova politica dei dividendi per i prossimi cinque anni che porterà la cedola ad un aumento medio del 6 per cento rispetto ai 22 centesimi dell’esercizio 2017.

Terna risultati esercizio 2017

Terna ha archiviato il 2017 con un utile netto in crescita dell’8,7 per cento a quota 688,3 milioni di euro a fronte dei 633,1 milioni registrati nel 2017.

I ricavi sono aumentati del 6,9 per cento a 2,248 miliardi di euro ed il margine operativo lordo è salito del 3,8 per cento a 1,603 miliardi. L’ebit del gruppo è risultato in progresso del 4 per cento a quota 1,077 miliardi di euro mentre gli oneri finanziari sono diminuiti a 88,8 milioni di euro a fronte dei 102,8 milioni registrati nel 2016. Il patrimonio netto della società, a fine dicembre 2017, è aumentato a quota 3,803 miliardi di euro rispetto ai 3,535 miliardi archiviati nel precedente esercizio. Nel 2017 gli investimenti complessivi sono cresciuti del 21 per cento a 1,034 miliardi di euro mentre l’indebitamento finanziario netto è diminuito a 7,796 miliardi di euro dai 7,976 miliardi registrati alla fine del 2016. Il consiglio di amministrazione della società ha deliberato di proporre all’assemblea degli azionisti l’approvazione di un dividendo di 22 centesimi per azione per l’esercizio 2017.

Al momento il titolo Terna a Piazza Affari, dopo la presentazione del nuovo piano strategico, è in flessione dell’1,66 per cento a quota 4,668 euro.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Real Time Web Analytics

Clicky