Tenaris: volano utili e ricavi trimestrali

By on 8 novembre 2018 in Mercati, Tenaris (TEN) with 0 Comments

Tenaris ha chiuso il terzo trimestre del 2018 con una crescita dei ricavi e degli utili. Le previsioni per l’ultimo periodo dell’anno sono positive. Battute le stime degli analisti. Il cda ha annunciato l’acconto sul dividendo 2019.

Tenaris trimestrale

Tenaris ha archiviato il terzo trimestre del 2018 con ricavi in crescita del 46 per cento a quota 1,89 miliardi di dollari rispetto all’analogo periodo del 2017.
L’utile netto è aumentato del 160 per cento a 247 milioni di dollari a fronte dei 95 milioni registrati nel corrispondente trimestre dello scorso esercizio.
L’utile operativo della società è salito del 227 per cento a quota 258 milioni di dollari. In evidenza anche la crescita del margine operativo lordo del 73 per cento a 394 milioni, superando le previsioni degli analisti.

In diminuzione le spese di capitale a quota 78 milioni di dollari a fronte dei 143 milioni registrati nello stesso periodo dello scorso esercizio.
Il flusso di cassa operativo del gruppo attivo nel settore petrolio e gas, è diminuito a 408 milioni di dollari. La posizione finanziaria netta è scesa, come anche gli investimenti totali nei primi nove mesi dell’anno, pari a 274 milioni di dollari.

Tenaris previsioni IV trimestre e acconto dividendo 2019

I vertici del gruppo stimano risultati positivi anche per il quarto trimestre dell’anno, grazie al contributo delle forniture per il Progetto Zohr e all’atteso aumento del volume d’affari in Canada. I margini dovrebbero confermarsi sugli stessi livelli degli attuali.
Il consiglio di amministrazione della società ha inoltre approvato l’acconto sul dividendo per il 2019, pari a 0,13 dollari per azione. Verrà messo in pagamento a partire dal prossimo 21 novembre. L’ammontare complessivo dell’esborso sarà pari a 153 milioni di dollari.

Tenaris ha confermato gli obiettivi per il 2018 in termini di vendite e di redditività.

Dopo la pubblicazione dei conti, gli analisti sono apparsi ottimisti per quanto concerne le previsioni sull’ultimo trimestre dell’anno mentre non altrettanto positivo l’outlook sulla prima parte del 2019. Previsto infatti un rallentamento per l’utile nel prossimo esercizio, influenzato negativamente dall’entrata in vigore del nuovo accordo “Nafta” tra gli Stati Uniti, il Messico ed il Canada, oltre che dall’introduzione dei dazi su acciaio e alluminio da parte degli stessi Usa.


Il titolo Tenaris questa mattina a Piazza Affari è in progresso dell’1,76 per cento a quota 13,585 euro.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Real Time Web Analytics

Clicky