Salta Toninelli alle infrastrutture: Atlantia piazza il rally in Borsa

By on 4 Settembre 2019 in Atlantia (ATL), Mercati with 0 Comments


Semaforo verde per le azioni del concessionario autostradale, che brindano all’addio di Danilo Toninelli alla guida del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, mettendo a segno un rally del 5,91%. Il titolo Atlantia ha riconquistato così la soglia dei 24 euro (24,03 euro close seduta 04-09), con i trader che si sono letteralmente strappati di mano le azioni sin dai primi scambi della mattinata, quando la nomina di Paola De Micheli, esponente di spicco del Pd, in sostituzione dell’ex Ministro pentastellato era data quasi per certa.

La corsa agli acquisti è del tutto giustificata in quanto, Toninelli aveva più volte minacciato la revoca delle concessioni al gruppo Autostrade per l’Italia reo di avere le maggiori colpe nella tragedia del crollo del ponte Morandi. La bozza di programma di governo del partito del leader Luigi di Maio, che si accaserà al Ministero degli Esteri, anticipata dai rumors, contemplerebbe la revisione delle concessioni autostradali senza menzionare la revoca di quella della società che fa capo al gruppo Atlantia. Gli esperti danno pertanto improbabile la revoca, e pronosticano piuttosto un adeguamento al ribasso del sistema tariffario, come contentino ai cinquestelle per “aver mollato l’osso“.

E’ un periodo favorevole per sfruttare l’andamento del prezzo investendo sul titolo azionario. L’opzione migliore rimane quella di sfruttare le piattaforme regolamentate come 24option (trovi qui tutte le informazioni) per fare trading sul titolo al rialzo.

Andamento azioni Atlantia sul breve-medio periodo

Netta inversione di rotta per il titolo Atlantia, che nel giro di una manciata di sedute, come anticipato tra le righe del precedente paragrafo, ha riacciuffato area 24 euro, dopo essere scivolato sotto quota 22 euro. Le quotazioni, come evidente sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, si sono portate al di sopra delle medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni, lanciando un ulteriore segnale tecnico positivo. Tuttavia, anche se gli acquisti dovessero continuare anche nelle prossime sedute non si esclude un possibile pull-back in area 23,15-23 euro, livello di prezzi su cui transitano le tre EMA a 10-25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore azzurro, la linea di rossa e la linea di colore verde sul grafico),che fungono da sostegni di brevissimo.

L’aumento del 136% fatto registrare dal volume di scambio giornaliero, rispetto a quello della seduta precedente è molto significativo. I prezzi potrebbero pertanto dirigersi verso area 24,35-24,50 euro, dove è possibile individuare una prima resistenza dinamica, il cui break-out potrebbe dare ulteriore vigore, accendendo un target in area 25 euro.

Il mancato superamento del primo ostacolo appena indicato potrebbe causare una flessione in area 23,60 euro, la cui violazione al ribasso spianerebbe la strada per il test delle medie mobili. L’eventuale discesa al di sotto delle tre EMA potrebbe attivare un pattern di trading ribassista con primo target in area di doppio minimo di breve, verso area 22 euro, ed obiettivo successivo in area 21,50-21 euro, ovvero sui livelli dello scorso Marzo, raggiunti i quali potrebbero scattare importanti ricoperture.

Pattern di trading sul titolo Atlantia (ATL.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di allungo oltre 24,07€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 24,22 e 24,46 euro; stop loss in caso di discesa sotto 23,68€ in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 24,46€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 24,70€ e successivamente a 24,98€; stop loss in caso di ritorno sotto 24,07€ in close orario o giornaliero.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 24,98€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 25,10 e 25,35 euro, estesi a 25,53€; stop loss in caso di ritorno sotto 24,70€ in close orario o giornaliero. Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 22,60€, in ottica di rimbalzo, in primo luogo a 22,83€ ed in seconda battuta a 23,06€, estesi a 23,20€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 22,35€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 23,68€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 23,53 e 23,30 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 24,07€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 23,30€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 23,20€ e successivamente a 23,07€; stop loss in caso di ritorno sopra 23,53€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 23,20€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 23,06 e 22,83 euro, estesa a 22,60€ ;stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 23,53€ in close orario o daily. Suggeriti short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 25,53€ ,per sfruttare eventuali correzioni prima a 25,35€ e successivamente a 25,10€, estese a 24,98€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 25,80€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Real Time Web Analytics

Clicky