Prysmian, utili in calo nel I semestre

By on 20 settembre 2018 in Mercati, Prysmian (PRY) with 0 Comments

Prysmian ha archiviato il primo semestre del 2018 con un utile netto in calo del 27,4 per cento a quota 82 milioni di euro. I ricavi in crescita del 10,8 per cento a 4,3 miliardi. Claudio De Conto sostituisce Massimo Tononi alla presidenza del gruppo.

Prysmian semestrale

Prysmian ha chiuso il primo semestre dell’anno con un utile netto in flessione del 27,4 per cento a quota 82 milioni di euro. Un calo dovuto principalmente agli accantonamenti Western Link per il progetto in atto in Scozia e Galles, oltre ai costi di acquisizione della statunitense General Cable, società di recente integrata nel gruppo.

Per quanto riguarda gli altri numeri in bilancio, il margine operativo lordo rettificato è diminuito del 6 per cento a quota 339 milioni di euro mentre l’utile prima delle imposte è sceso del 28,8 per cento a 114 milioni.

Il giro d’affari della società è aumentato del 10,8 per cento a quota 4,36 miliardi di euro, con i ricavi full combined, inclusi quelli prodotti da General Cable, raggiungere i 5,78 miliardi di euro, in rialzo del 2,7 per cento sull’analogo periodo del 2017.

Malgrado il calo di utili, commenti positivi sono giunti dall’amministratore delegato della società, Valerio Battista, sottolineando la buona crescita organica dei ricavi ed una redditività in flessione per gli accantonamenti dovuta al progetto Western Link in Scozia e Galles. Ricordiamo nelle scorse settimane la stessa Prysmian ha annunciato che la messa in servizio e il collaudo del cavo tra Scozia e Galles sono stati temporaneamente interrotti per un problema di collegamento.

Prysmian previsioni

Il risultato operativo di Prysmian nel primo semestre è stato di 160 milioni di euro, un dato in calo rispetto ai 209 milioni dell’analogo periodo del 2017.

Alla fine di giugno l’indebitamento finanziario netto della società è aumentato a 3 miliardi di euro, a fronte dei 436 milioni registrati alla fine dello scorso dicembre.

Per l’intero esercizio si attende un margine operativo rettificato nel range compreso tra 860 e 920 milioni di euro, un dato in aumento rispetto ai 733 milioni del precedente anno.

Il cda della società rende noto che in sostituzione del dimissionario presidente Massimo Tononi è stato nominato Claudio De Conto.

A Piazza Affari il titolo Prysmian ha chiuso l’ultima seduta in calo del 2,65 per cento a quota
21,63 euro.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Real Time Web Analytics

Clicky