Luxottica Group chiude l’esercizio 2017 con ricavi in crescita a 9,157 miliardi di euro


Dopo aver comunicato una buona trimestrale, a mercati chiusi, il titolo Luxottica, alla riapertura degli scambi in questo Martedì 30 Gennaio, potrebbe mettersi in evidenza tra le 40 azioni che compongono il paniere del Ftse Mib Il titolo. A detta di molti operatori interpellati nelle sale trading, da qualche settimana, le azioni del colosso mondiale dell’occhialeria erano congestionate e piuttosto sottopressione in attesa dei conti del quarto trimestre 2017, nonché dell’intero esercizio fiscale dell’anno che ci siamo da poco messi alle spalle.

Nei dettagli, il management del gruppo guidato dal patron Leonardo del Vecchio ha chiuso l’ultimo trimestre dell’anno scorso con un fatturato in calo del 2,3%, a 2,093 miliardi di euro, ma tuttavia in crescita de 4,3% se tenuto conto dei cambi costanti. Tra le singole voci, la divisione Wholesale ha evidenziato una flessione dei ricavi dello 0,4%, a 754 milioni di euro, ma in crescita del 4,7% a cambi costanti, mentre le entrate della divisione Retail sono scese del 3,3%, a 1,338 miliardi di euro, ma in salita del 4,1% a cambi costanti. Il periodo Ottobre-Dicembre 2017, per il comparto Wholesale è stato il migliore dell’intero anno.

A livello geografico le migliori performance si sono registrate in Europa, Nord America, Australia e Brasile. Il bilancio 2017 si è concluso con ricavi in crescita dello 0,8%, a 9,157 miliardi di euro, rispetto a quelli fatti registrare nel 2016. Performance che sale a 2,2% su base di cambi costanti. I dati risultano in linea con le attese, anche se non mancavano i timori che l’azienda non riuscisse a centrare i target che si era prefissata. Il management del gruppo ha inoltre confermato l’outlook per il 2018, da cui si attende la conferma della forte generazione di cassa e dell’utile netto adjusted, già saliti a livelli record nel 2017.

Andamento azioni Luxottica Group sul breve-medio periodo

Prima che il management di Luxottica rendesse noti i conti del 4Q 2017, il titolo ha chiuso gli scambi giornalieri in calo dello 0,90% a quota 51,08 euro, dopo aver trovato supporto su un minimo a quota 50,90 euro, importantissima area di sostegno su cui transita la media mobile a 25 periodi (la linea di colore rosso sul grafico con time-frame giornaliero, in alto).

Le quotazioni si trovano allo stesso tempo a ridosso della media mobile a 10 periodi (la linea di colore azzurro sul grafico), ex supporto di brevissimo, trasformatosi in resistenza di brevissimo, che passa in area 51,10 euro. Una chiusura daily oltre EMA 10 potrebbe scongiurare ulteriori discese, e far sì che il titolo allunghi verso i massimi delle ultime 5 sedute, in area 52,25-52,35 euro, per poi cercare di rompere al rialzo le resistenze appena citate ed eventualmente estendersi verso il successivo ostacolo posto in area 52,90 euro.

Al ribasso, invece, pericolosa una discesa sotto l’EMA a 25 gg, in area 50,90 euro, poiché potrebbe attrarre ulteriori vendite con target primario sul sostegno di medio periodo, rappresentato dalla media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico), in area 50,40 euro, ed obiettivo secondario in area 49 euro, zona su cui transita la media mobile a 90 giorni.

Pattern di trading azioni Luxottica Group (LUX.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long prende forma in seguito ad una chiusura oraria maggiore di 51.10€ e prevede i primi due target price in area 51,40 e 51,72 euro; stop loss in caso di discesa sotto 50,90€ in close orario. Mantenere o incrementare le posizioni rialziste in caso di allungo oltre 51,72€ in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto prima 52,19€ e successivamente a 52,39€; stoppare le operazioni in caso di chiusura oraria minore di 51,08€.

Lecito insistere con nuove operazioni Long nel caso in cui si registri un close orario maggiore di 52,39€ per approfittare di eventuali rialzi in area 52,57 e 52,90 euro, estesa a 53,43€; stop loss in caso di ritorno sotto 51,72€ in chiusura oraria. Suggeriti acquisti sulla debolezza in caso di affondo in area 49,07€ per sfruttare possibili rimbalzi in prima battuta a 49,45€ e successivamente a 49,95€; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 48,96€ in close orario o daily.

Il pattern di trading Short, invece, si attiva in caso di close orario minore di 50,90€ e pronostica i primi due obiettivi in area 50,76 e 50,36 euro; stop loss in caso di recupero oltre 51,10€ in chiusura oraria. Mantenere o sovrappesare le posizioni corte in caso di discesa sotto 50,36€ in chiusura di candela oraria per cercare di ricoprirsi prima a 50,15€ e successivamente a 49,95€; stop loss in caso di ritorno oltre 51,08€ in close orario.

Insistere con lo Short nel caso in cui la pressione al ribasso dovesse spingersi sotto 49,95€ in close orario o giornaliero, per approfittare di possibili cali in area 49,64 e 49,45 euro, estesa a 49,07€; stop loss in caso di ritorno sopra 50,36€ in chiusura oraria. Suggeriti Short speculativi in caso di estensioni al rialzo in area 53,43€, in ottica di pull-back in un primo momento a 52,90€ ed in seconda battuta a 52,57€; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre 53,76€ in chiusura oraria o di giornata.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Real Time Web Analytics

Clicky