Le azioni STM crollano in scia alle forti vendite sui titoli tecnologici USA


Pioggia di vendite sul titolo STM, che al momento della scrittura sta lasciando sul terreno quasi 5 punti percentuali, passando di mano a 18,16 euro (minimo intraday 18,015 euro).

La società italo-francese attiva nella produzione di microcip e semiconduttori è ritornata ad essere oggetto di corpose prese di beneficio, in scia al forte calo subito dall’indice SOX dei semiconduttori della borsa newyorkerse, in ribasso nella seduta di Martedì 27 Marzo, del 3,8%. Sentiment negativo che ha coinvolto quasi tutti i titoli del comparto tecnologico, con i cosiddetti titoli FANG (Facebook, Amazon, Netflix ed Alphabet, a cui fa capo Google), in discesa di oltre 3 punti percentuali. Sembra essersi spento il tentativo di rimbalzo del titolo, dopo la debolezza degli ultimi giorni causata dalle minacce di ritorsioni cinesi verso le aziende USA attive nel campo della tecnologia, in risposta ai dazi doganali sulle importazioni da Pechino, promesse dal presidente Donald Trump, che avrebbero lo scopo di ridurre il deficit della bilancia commerciale degli Stati Uniti in rapporto con la Cina.

In una nota diffusa dal management del gruppo STM è stato confermato il pagamento di un dividendo unitario pari a 0,24 dollari, frutto dei conti 2017. L’avviso contempla anche la data di convocazione della prossima assemblea degli azionisti, che si terrà ad Amsterdam il prossimo 31 Maggio. Data quest’ultima, in cui ci sarà il passaggio di consegne tra l’attuale amministratore delegato Carlo Bozotti, ed il futuro AD, nonché attuale vice di Bozotti, Jean-Marc Chery.

Chery ricoprirà la carica di membro unico del consiglio di gestione.Deluse le aspettative del mercato, che ipotizzava una possibile crescita del dividendo, compreso in una forchetta di valore, tra 0,27 e 0,30 dollari. Il pagamento verrà spalmato i quattro rate trimestrali da 6 centesimi di euro ciascuna.

Andamento titolo STM sul breve-medio periodo

Il quadro grafico di breve-medio periodo sulle azioni STM è ritornato ad essere moderatamente negativo, con le quotazioni che sono scivolate sui minimi delle prime sedute di Marzo, in area 18 euro.

Sentiment di brevissimo, invece, decisamente negativo, dopo la discesa al di sotto di tutte le medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 periodi. Una situazione che potrebbe continuare a peggiorare, in caso di scivoloni sotto area 18-17,90 euro, in chiusura di candela giornaliera o peggio ancora settimanale. Persa l’area di supporto appena segnalata, non ci sarebbero ulteriori sostegni degni di nota, fino ad area 17 euro.

Al rialzo, invece, lo scenario ribassista appena descritto potrebbe essere scongiurato soltanto in caso di risalita oltre le EMA a 10-25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore azzurro, la linea rossa e la linea verde sul grafico), che convergono nella sottile fascia di prezzi compresa tra 18,95 e 19,10 euro. Superati gli ostacoli appena indicati, potrebbero aumentare le chance di un nuovo test di area 20-20,50 euro, fascia di resistenza di medio-lungo periodo.

Pattern di trading azioni STM (STM.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading long prende quota in caso di recupero oltre 18,25€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 18,32 e 18,435 euro; stop loss in caso di discesa sotto 18,15€ in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione rialzista in caso di estensione oltre 18,435€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 18,55€ e successivamente a 18,73€; stop loss in caso di ritorno sotto 18,25€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 18,73€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 18,85 e 19,02 euro, estesi a 19,22€; stop loss in caso di ritorno sotto 18,55€ in close orario o giornaliero. Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo in area 17,24€, in ottica di rimbalzo, in prima battuta a 17,415€ e successivamente a 17,59€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 17,06€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading short, invece, si attiva con close orario minore 18,15€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 18,07 e 17,96 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 18,25€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 17,96€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 17,81€ e successivamente a 17,70€; stop loss in caso di ritorno sopra 18,15€ in close orario.

Si consiglia di aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 17,70€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 17,59 e 17,415 euro, estesa a 17,24 ;stoppare le operazioni in caso di recupero di 17,96€ in close orario o daily. Ed ancora, short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 19,22€ ,per sfruttare eventuali correzioni in prima battuta 19,02€ ed in secondo luogo a 18,85 euro; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre 19,45€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Real Time Web Analytics

Clicky