Fca e auto giù su possibili dazi Usa


Fca e settore auto in difficoltà sui mercati a seguito delle indiscrezioni sulla possibile introduzione di dazi del 25 per cento su tutti i veicoli importati negli Usa. Se una simile misura venisse confermata, le ripercussioni sarebbero fortemente negative per alcuni dei principali marchi italiani.

Auto, incubo dazi Usa all’orizzonte

Ultime sedute fortemente al ribasso a Piazza Affari per alcuni principali brand italiani del comparto auto: Fca, Ferrari, Brembo. Sempre più insistenti i rumors su una possibile introduzione di dazi sulle vetture importate negli Usa.

Gli analisti ritengono che un simile provvedimento inciderebbe in misura notevole sulle aziende legate al comparto auto, fra cui Fiat Chrysler Automobiles, Ferrari e Brembo. Non solo Milano ma tutto il segmento dell’automotive del Vecchio Continente nelle ultime ore ha registrato evidenti segnali di debolezza.

Secondo quanto riportato dalla stampa specializzata di settore, a breve il presidente Usa, Donald Trump, introdurrà dazi del 25 per cento su tutti i veicoli importati negli Stati Uniti. Dal provvedimento sarebbero esclusi soltanto il Messico ed il Canada.Se un tale scenario venisse confermato, a subire il maggior contraccolpo sarebbero innanzitutto i produttori tedeschi: BMW, Mercedes, Audi, Volkswagen, Porsche.

La Germania è il terzo Paese al mondo per produzione di automobili, con tre veicoli su quattro esportati all’estero. Nel 2017 ben 493.000 unità sono state vendute negli Usa. Una simile situazione non gioverebbe nemmeno ai più famosi brand italiani. Il 25 per cento del fatturato di Maranello è rappresentato dalle Ferrari esportate negli Stati Uniti.

Brembo, azienda di componentistica auto, è uno dei principali fornitori dei gruppi tedeschi oltre ad esportare direttamente in America.

Fca, impatto nuovi dazi auto

Per Fca le esportazioni riguardano Maserati, Alfa Romeo, la Jeep Renegade e alcuni modelli Fiat. Si prevedono quest’anno circa 130mila veicoli destinati al mercato a stelle e strisce.

Il fatturato Usa 2018 stimato per il gruppo italiano è pari a 3,5 miliardi di euro e l’introduzione di nuovi dazi potrebbe far cambiare in prospettiva gli scenari sulla produzione di alcuni modelli, considerando che il grosso delle esportazioni riguarda la Jeep Renegade (circa 100mila quest’anno).Jeep Compass è invece già costruita in Messico e dunque sarebbe esentata dal nuovo provvedimento del presidente Trump.

Dopo i ribassi dei giorni scorsi, oggi a Piazza Affari il titolo Fca è in rialzo dell’1,5 per cento a quota 14,822 euro.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Real Time Web Analytics

Clicky