Banco Bpm: archiviato il 2017 con un utile di bilancio

By on 8 febbraio 2018 in Mercati with 0 Comments


Banco Bpm ha archiviato il 2017 con un utile netto di 588 milioni di euro dopo il rosso registrato nel precedente esercizio. Flessione per i proventi totali mentre crescono le commissioni. Sul fronte Npl, stimata la cessione di circa 5 miliardi in più di crediti in sofferenza entro il 2020.

Banco Bpm: risultati esercizio 2017

Il Banco Bpm ha chiuso l’esercizio 2017 con un utile netto di 558 milioni di euro a fronte di una perdita di 1,614 miliardi di euro registrata nel 2016.

Il margine di interesse dell’istituto è aumentato dello 0,3 per cento a quota 2,114 miliardi di euro dai 2,1078 miliardi del precedente anno.

In deciso aumento le commissioni nette del 10 per cento a quota 2,093 miliardi di euro, un dato superiore alle previsioni di mercato. Nel dettaglio, la società ha reso noto la buona performance in particolare del comparto dei servizi di intermediazione, consulenza e gestione (+27,7 per cento) sul precedente esercizio.

Netta diminuzione per il risultato netto finanziario che dai 440,1 milioni di euro riportati nello scorso esercizio chiude a 156,6 milioni di euro nel 2017, un dato comunque atteso dagli analisti.

I proventi operativi sono diminuiti del 2,3 per cento a 4,628 miliardi di euro rispetto ai 4,738 miliardi registrati nel 2016.

Banco Bpm: raccolta e coefficienti patrimoniali

La raccolta diretta dell’istituto lo scorso fine dicembre è risultata in flessione del 2,5 per cento a 107,3 miliardi di euro a fronte dei 110 miliardi del 2016.

La raccolta indiretta è invece cresciuta del 2,2 per cento a quota 99,3 miliardi di euro dai 97,2 miliardi registrati al termine dello scorso esercizio. Per quanto riguarda i coefficienti patrimoniali di Banco Bpm, il Cet1 ratio è salito al 12,36 per cento rispetto all’11,01 per cento rilevato lo scorso 30 settembre.

In crescita anche i coefficienti Tier 1 ratio al 12,66 per cento ed il Total Capital ratio al 15,21 per cento.

Con riferimento agli Npl, in base a quanto riportato nel nuovo piano di de-risking annunciato dell’istituto, verranno aumentate le cessioni delle sofferenze di 5 miliardi di euro, passando dagli 8 miliardi iniziali fino a 13 miliardi al 2020.

Commenti positivi dopo l’annuncio dei risultati di bilancio d’esercizio sono stati espressi dall’amministratore delegato dello stesso istituto bancario, Giuseppe Castagna.

Il titolo Banco Bpm ha chiuso l’ultima seduta a Piazza Affari in forte crescita del 5,09 per cento a quota 3,075 euro.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Real Time Web Analytics

Clicky