Indice FTSE MIB 40

By on 15 Febbraio 2016 in FTSE MIB (FTMIB), Guide with 0 Comments

Il FTSE MIB 40 è senza dubbio uno degli indici più importanti in europa, e senza ombra di dubbio l’indice più famoso in italia. Vediamo però un accenno della sua storia, delle sue caratteristiche tecniche, per cercare di capire come investire al meglio in questo profittevole indice.

Chiamato anche con l’appellativo di Indice FTSE MIB 40, questo è il benchmark dell’indice delle azioni contenute nella Borsa Italiana, la Borsa di Milano, che è ovviamente chiamata anche Piazza Affari. Il FTSE MIB 40 è il successore del MIB-30 dal Settembre del 2004, l’indice consiste essenzialmente nella raccolta delle 40 azioni più scambiata nella borsa italiana.

Questo indice è stato amministrato dall’americana Standard & Poor’s sin dalla sua fondazione fino al 2009, quando la responsabilità passò al FTSE Group, ovvero il gruppo che ormai è posseduto dagli inglesi del London Stock Exchange Group.

Cos’è l’indice FTSE Mib

La parola FTSE MIB significa essenzialmente “Financial Times Stock Exchange Milano Indice di Borsa” ed è senza dubbio l’indice azionario più titolato in tutta italia, ed uno tra i più importanti in tutta europa. Un indice è ovviamente un paniere di azioni, e in questo caso, un paniere di ben 40 aziende italiani che hanno la più grande capitalizzazione di mercato in tutta la borsa italiana.

L’andamento storico del FTSE MIB dal 1992 ad oggi è stato abbastanza incerto:

1992-2012

ftse-mib-2012

2012-2016

ftse-mib-grafico-5-anni

Il FTSE 40 nel 2012 ha toccato il suo valore minimo, per poi tornare a livelli stratosferici, anche oltre i 20 mila punti, ma sin dall’inizio del 2016, è tornata una nuova ondata ribassista, che vede comunque gli orsi dell’indice combattere con i numerosi tori che risiedono nell’area dei 15 mila, che è sempre stata una grande area di supporto per questo indice.

Nel 2012 ci fu una fortissima speculazione al ribasso che colpì praticamente tutti i titoli di stato ed ovviamente anche le banche d’investimento. Arrivarono poi ovviamente le politiche monetarie molto ma molto accomodanti, che grazie alla BCE, riuscirono in qualche modo a “rimpolpare” il rovinoso mondo dell’azionario. Tuttavia in questi anni l’indice non è riuscito a rimanere sopra il livello chiave di 20 mila, ed è stato spinto rovinosamente al ribasso proprio a causa di una nuova paura di un’imminente crisi finanziaria pari a quella dei sub-prime nel 2008. Il 2014 tuttavia è un anno in parità per il FTSE, che chiuse appena in rialzo dello 0.23%. Il 2015 è l’anno invece del rialzo, dei forti tori che si affiancano alle decisioni di politica monetaria accomodante da parte della Banca Centrale Europea, che con il suo quantitative easing permette facilmente al FTSE MIB 40 di tornare a scalare le vette alle quali aveva abituato gli investitori italiani. La Grecia esce, bene o male, dalla sua crisi finanziaria gravissima, e quindi tornano in pompa magna gli investimenti nell’Eurozona, e il FTSE tocca il suo massimo di 24081, un vero e proprio record.
Il 2016 però è l’annus horribilis per il FTSE, che non fa altro che perdere terreno, a causa delle numerosi preoccupazioni globali: calo prezzo petrolio, bassa crescita cinese, tensioni nelle banche italiane.

Ma come potete vedere, questo indice si muove in maniera ciclica, ed è sicuramente un investimento solido anche in momenti di crisi, grazie alla qualità ineccepibile delle aziende contenute in esso.

Da cosa è composto il Indice FTSE MIB 40

Le aziende che compongono il FTSE sono le migliori al mondo e rappresentano il Made in Italy nella sua più grande bellezza. Sono contenute l’appena scesa in borsa Ferrari N.V, e poi anche FCA, Mediaset, Moncler, Telecom, Enel e molte altre ancora.

Come fare trading con il FTSE MIB 40

Per fare trading con il FTSE MIB 40 è molto semplice. L’importante è prima di tutto scegliere un broker che sia legale e regolarizzato in italia, che assicuri la propria segregazione nei fondi nelle migliori banche mondiali, e che non abbia mai avuto problemi in passato. Un esempio è dato dal broker regolato Plus500. Plus500 UK Ltd è autorizzata dalla Financial Conduct Authority (FCA) con licenza FRN 509909. Plus500 CY LTD è autorizzata and regolata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (Cysec) con Licenza No. 250/14.

Bene, detto questo vi spieghiamo come piazzare la vostra prima trade sul FTSE MIB 40:

Prima di tutto registratevi attraverso questo link, inserite tutti i vostri dati e verificate tutta la documentazione richiesta compilando i questionari relative alle normative sui rischi.
Bene, poi dopo che avete fatto tutto, scrivete nella casella di ricerca in alto: ITALIA 40, cliccate su quello che compare dalla ricerca, vedrete poi una schermata del genere:

Fai trading sull'indice FTSE Mib con Plus500

Non vi resta quindi che scegliere se cliccare su ACQUISTA, oppure su SCOPERTO. Ovviamente scoperto sta per VENDI ed acquista sta per COMPRA.

Il FTSE MIB 40 è senza dubbio uno dei migliori indici europei da tradare sul broker Plus500, che ha una ampia di varietà di Indici su cui fare trading attraverso i contratti per differenza (CFD).

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Real Time Web Analytics

Clicky