Ftse Mib in fase di stallo, ingabbiato in uno stretto trading range tra 20.250-20.450 punti

By on 4 Maggio 2017 in FTSE MIB (FTMIB) with 0 Comments


Prima parte della settimana in stretto trading range per il contratto Future sull’indice Ftse Mib, ingabbiato tra i 20.250 ed i 20.450 punti. La fuoriuscita da un lato dei due estremi detterà la direzione del prossimo movimento.

Il mercato comunque, prima di prendere una decisione definitiva, sembra attendere l’esito finale delle elezioni presidenziali francesi. Anche se la vittoria di Macron al ballottaggio contro la Le Pen ,che si terrà Domenica 7 Maggio, stando agli ultimi sondaggi sembra scontata (65% vs 35%), è risaputo che i mercati finanziari spesso preferiscono avere certezze, in quanto, le attese il più delle volte sono già scontate nei prezzi correnti.

Nonostante la fase di stallo delle ultime sedute, non sono mancati alcuni spunti sull’indice Ftse Mib, dove già da una settimana è in atto una sorta di rotazione settoriale, per tenere bloccate le quotazioni del derivato nei limiti del range descritto in precedenza, una sorta di avvicendamento che sta favorendo gli acquisti sui titoli del comparto bancario (Unicredit, Intesa SanPaolo e Banco BPM su tutti), a discapito dei titoli del settore industriale (FCA, CNH etc) e di quelli del settore petrolifero, colpiti dalle vendite.

Sui titoli del comparto OIL, quali Eni, Tenaris e Saipem, inoltre, continua a pesare la debolezza delle quotazioni del greggio sceso sui minimi delle ultime 6 settimane, a causa delle scorte globali di materia prima che non accennano a scendere dai massimi di periodo e per le incertezze sul prolungamento dei tagli alla produzione da parte dei paesi OPEC e dai paesi non facenti parte del cartello, oltre la scadenza del 30 Giugno prossimo.

Andamento indice Ftse Mib future sul breve-medio periodo


Il grafico giornaliero in alto fotografa fedelmente la congestione descritta nel paragrafo precedente, con i due estremi del range individuati per la parte bassa a 20.250 punti e per la parte alta a 20.450 punti. Le quotazioni del FIB sul breve-medio periodo si trovano inserite dentro un solido canale rialzista, che ha base a cavallo della media mobile a 25 periodi (linea di colore rosso sul grafico), transitante in area 19.900-20.000 punti, mentre il primo sostegno di brevissimo cade sulla media mobile a 10 periodi (linea azzurra sul grafico) passante a circa 20.165 punti. Il sostegno fondamentale sul breve-medio periodo, invece, transita sulla media mobile a 50 periodi (linea verde sul grafico), in area 19.670-19.700 punti, la cui rottura farebbe scattare ulteriori vendite con target in area 19.200 punti circa. La fuoriuscita dalla parte alta del trading-range, invece, oltre 20.500 punti, attiverebbe target rialzisti in area 20.800-21.000 punti in prima battuta e successivamente in area 21.400-21.600 punti.

Strategia di trading sul Ftse Mib future (FIB) – validità 1-5 giorni

La strategia Long si attiva in caso di close orario maggiore di 20.435 punti e prevede di prendere profitto sui primi due target price in area 20.515 e 20.635 punti; stop loss in caso di discesa sotto 20.300 punti in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni rialziste in caso di chiusura oraria oltre 20.635 punti, con obiettivi posti, prima a 20.765 punti e successivamente a 20.890 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 20.425 punti in close orario.

Lecito aprire nuove operazioni al rialzo in caso di break-out orario di area 20.890 punti, per cercare di approfittare di eventuali allunghi in area 20.945 e 21.070 punti, estesa a 21.205 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 20.585 punti in chiusura oraria. Suggeriti Long sulla debolezza in caso di affondo in area 19.650 punti, per cercare di approfittare di eventuali rimbalzi in area 19.760 e 19.885 punti, estesa a 20.025 punti; stop loss in caso di chiusura daily sotto 19.435 punti.

La strategia Short, invece, prende quota in caso di chiusura oraria minore di 20.300 punti e fissa i primi due obiettivi in area 20.250 e 20.145 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 20.435 punti. Mantenere o aumentare l’esposizione ribassista in caso di discesa sotto 20.145 punti in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in prima battuta a 20.085 punti ed in un secondo momento a 20.025 punti; stop loss in caso di recupero oltre 20.425 punti in close orario.

Insistere con l’apertura di ulteriori posizioni corte in caso di rottura oraria o daily del supporto a 20.025 punti, per cercare di ricoprirsi in area 19.885 e 19.760 punti, estesa a 19.650-19.585 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 20.250 punti in close orario o giornaliero. Short speculativi in caso di estensione rialzista in area 21.205 punti, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 21.070 punti e successivamente a 20.945 punti; stop loss in caso di allungo oltre 21.335 punti in chiusura oraria o daily.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Top